Essere impresa per il beneficio comune

Dialogo con Paolo Fedi di Benefit Innovation SB e con Manuela Pagani Larghi di ImpactHub Ticino

Il Complexity Institute, in collaborazione con Assobenefit, svolge una serie di dialoghi con imprenditori/imprenditrici, manager ed esperti sulla trasformazione che è in atto nella cultura di impresa verso principi e pratiche che ne evidenzino la fondamentale funzione economico-sociale e che tengano conto della responsabilità sociale e ambientale conseguente all’attività svolta.

Un’attenzione particolare è dedicata alle società benefit, considerandole un esempio concreto di coerenza interna ed esterna nell’applicazione di valori di impegno sociale e ambientale.

L’obiettivo è quello di valorizzare quanto già fatto da molte aziende piccole, medie e grandi in Italia, in modo da diffonderne l’esempio tra altri operatori del sistema economico.

“Essere impresa per il beneficio comune”

Dialogano con Paolo Fedi e Manuela Pagani Larghi:

Dario Simoncini

Docente di Organizzazione e Comunicazione, Università di Pescara, membro del Comitato Scientifico di Assobenefit

Marinella De Simone

Presidente del Complexity Institute, membro del Comitato Direttivo di Assobenefit

Paolo Fedi

Ecco come si presenta Paolo Fedi

Paolo Fedi ha un’esperienza di consulenza di direzione e manageriale, connotata da una costante attenzione e ascolto empatico, maturata nella direzione di piccole imprese, multinazionali americane ed europee, startup e libera professione. Negli ultimi 10 anni è stato impegnato nella diffusione e adozione di metodi e processi creativi per l’innovazione sostenibile, innovazione organizzativa, leadership del cambiamento eco-sistemico (Theory U), mettendo al centro l’ascolto e l’attenzione verso gli altri e verso il sistema nella sua interezza. Consigliere nell’Associazione territoriale di Manageritalia per l’Italia centrale e Teamleader del gruppo Manager Innovatori del fare Impresa, è co- fondatore dello U.Lab Hub Roma e Benefit Innovation Società Benefit.

Manuela Pagani

Ecco come si presenta Manuela Pagani Larghi

Manuela Pagani Larghi è un’economista ticinese che si impegna quotidianamente a favore di un’economia umanista. Nella sua prima vita è stata consulente finanziaria, nella seconda è una counselor, appassionata di nuove forme di economia, nuovi modelli di impresa e di organizzazione.
Innamorata e convinta sostenitrice della Teoria U, microimprenditrice (ha fondato Farfallinda), co-fondatrice di Impact Hub Ticino, fondatrice di Ulab Hub Ticino, in questo 2021 sta portando avanti con coraggio e audacia, con un compagno di viaggio speciale e con il prezioso supporto di una preziosa rete di innovatori sociali, un progetto oniricamente concreto di Accordi di Interdipendenza Generativi.

 Benefit Innovation società benefit

Gli obiettivi di beneficio comune 

• ricercare il profitto e la creazione di valore aggiunto condiviso con impatto positivo per la società, le persone e l’ambiente attraverso la sostenibilità come parte integrante del modo di pensare ed agire;
• creare condizioni favorevoli alla prosperità sociale e ambientale attuale e futura, considerando l’impatto delle nostre attività sulla società, le persone, le aziende e l’ambiente;
• comunicare annualmente e riportare secondo standard di terze parti i risultati conseguiti, i progressi e gli impegni futuri verso il raggiungimento di impatto economico, sociale e ambientale sostenibile;
• contribuire, tramite le attività di advisoring esercitate a favore di imprese ed enti, alla diffusione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile – SDGs – ed all’implementazione degli obiettivi di Agenda 2030 ONU nelle strategie aziendali;
• promuovere l’allineamento fra obiettivi del business e quelli della società civile per costruire e sviluppare imprese ad alto impatto, sia economico che sociale ed ambientale;
• collaborare con gli stakeholder nell’ideazione, promozione e facilitazione di percorsi aziendali di creazione di innovazione sostenibile di prodotto, processo e servizio;
• diffondere, con le modalità e gli strumenti ritenuti adeguati, i concetti legati a Benefit Corporation e B-Certified Corporation affinché questi possano essere di ispirazione per il maggior numero di persone nel mondo;
• diffondere, con le modalità e gli strumenti più idonei, presso la società civile, metodologie, approcci e percorsi di sviluppo sostenibile, supportando le comunità e le persone ad individuare le migliori modalità di azione in grado di incrementare il benessere collettivo;
• elaborare e diffondere studi scientifici capaci di informare l’opinione pubblica sugli impatti sociali ed ambientali relativi a tecnologie ed attività economiche;
• perseguire nell’esercizio dell’attività economica la diffusione della cultura della sostenibilità economica, sociale ed ambientale e l’attenzione a soluzioni che riducano gli effetti negativi dello sviluppo economico sui portatori di interesse;
• favorire, nei modi e nelle forme ritenute opportune, la nascita di start-up che possano fare da volano allo sviluppo sostenibile, tecnologico ed innovativo;
• promuovere, nelle modalità e nelle forme che saranno individuate, la diffusione della metodologia dell’analisi costi-benefici in chiave economica, sociale ed ambientale, quale strumento valutativo per selezionare le scelte migliori;
• avviare fasi di ascolto del territorio delle esigenze territoriali, al fine di disegnare percorsi integrati di sviluppo.

Per sapere qualcosa di più sull’essere benefit di Benefit Innovation, puoi leggere qui

Guarda il video del dialogo con Paolo Fedi e Manuela Pagani Larghi

Le Società Benefit nascono in Italia nel 2016 con una legge che fa del nostro Paese il primo stato sovrano al mondo ad avere voluto e consentito società a duplice scopo: profitto e beneficio comune. 

La normativa introdotta interviene sul modello imprenditoriale tradizionale delle società commerciali, riconoscendo la possibilità di perseguire un nuovo modo di fare impresa, che affianca alla necessità di conseguire risultati economici quella di  avere finalità di beneficio comune nei confronti di persone, comunità, territori e ambiente, beni e attività culturali e sociali, enti e associazioni ed altri portatori di interesse.

Il Complexity Institute ha sempre seguito e diffuso con passione il tema delle Società Benefit, dalla loro introduzione in Italia nel 2016 alla loro crescita ed evoluzione in questi anni.

Già ai primi di marzo 2016, a poco più di due mesi dall’introduzione delle Società Benefit nel nostro ordinamento, abbiamo organizzato il primo convegno a Torino su questo tema, “B-Corp & Terzo Settore – Nuovi orizzonti imprenditoriali per ricostruire il capitale sociale“, a cui hanno partecipato come relatori l’on. Mauro Del Barba, primo firmatario del provvedimento sulle Società Benefit, l’on. Silvia Fregolent, il Consigliere della Regione Piemonte Mario Giaccone, l’on. Stefano Lepri, gli imprenditori Francesco Bianco, Francesco Mondora e Davide Minelli,  gli esperti e professionisti Eric Ezechieli, Maurizio Grifoni, Aurelio Riccioli e Paolo Zanenga.  (Per approfondire, leggi qui)

 Diversi articoli sono stati pubblicati da Dario Simoncini e Marinella De Simone su “L’Impresa – Sole24 Ore” dedicati ai temi dell’innovazione sociale: “La rivoluzione delle B corporation” (aprile 2016), “Una governance pro innovazione” (giugno 2016), “Business isn’t only business” (luglio-agosto 2016)

Ne abbiamo parlato a giugno 2016 a Roma, in occasione dell’incontro organizzato da Fondazione Lavoroperlapersona dal titolo: “Generare valore condiviso: imprese ed interessi. (per approfondire, leggi qui)

A settembre 2016 Dario Simoncini ha coordinato, in collaborazione con il Complexity Institute, il “Talk sulle società benefit: generare valore condiviso” all’interno dell’evento “Gestire l’interesse. L’alleanza tra impresa responsabile e società civile” organizzato ad Offida (AP) da Fondazione Lavoroperlapersona.

Ed infine, a novembre 2016 all’Università di Pescara è stato organizzato un incontro dedicato agli studenti delle cattedre di Organizzazione Aziendale laurea base e laurea specialistica: “Innovazione sociale for profit & benefit“. (per approfondimenti: clicca qui)

A gennaio 2017 abbiamo collaborato e partecipato alla Tavola Rotonda organizzata da Legalitax a Milano “Primo bilancio delle Società Benefit: gli orizzonti dell’impresa in un mondo trasformato“. (Per approfondimenti, clicca qui)

A dicembre 2019 abbiamo organizzato presso l’Università di Pescara “Essere Benefit e Innovazione Sociale – Dialogo con gli Studenti dell’Università“. (Per approfondimenti, clicca qui)

Ad aprile 2020, Il Complexity Institute ha partecipato all’evento “Società benefit e B-Corp: creare un impatto positivo“, organizzato da People R-Evolution. (Per approfondimenti, clicca qui)

Assobenefit

"Essere impresa per il beneficio comune" è realizzato in collaborazione con AssoBenefit

AssoBenefit nasce il 14 Dicembre 2018 e secondo l'art. 3 del suo Statuto si propone di "concorrere all'affermazione di un nuovo modello economico di sviluppo sostenibile sul territorio italiano basato sui principi costitutivi delle società benefit".

Per contattarci:
complex.institute@gmail.com

Cell. +39-327-3523432

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: