cropped-Logo-CI-rettangolo-646x220.jpg

Il COMITATO SCIENTIFICO DEL COMPLEXITY INSTITUTE

Il Comitato Scientifico, così come stabilito dallo Statuto dell’Associazione: “dovrà essere composto da persone, sia italiane che straniere, di riconosciuta competenza in campo accademico, formativo e professionale nelle aree disciplinari attinenti gli scopi sociali”. Il Comitato Scientifico è diretto dal Presidente del Complexity Institute, Marinella De Simone.

Il Complexity Institute è onorato di annunciare che sono Membri del Comitato Scientifico:

  • ALESSANDRO CRAVERA
  • MARINELLA DE SIMONE
  • ALBERTO FELICE DE TONI
  • VALERIO ELETTI
  • ALBERTO GANDOLFI
  • PIER LUIGI LUISI
  • EDGAR MORIN
  • DARIO SIMONCINI
  • GIUSEPPE ZOLLO

A tutti loro va la nostra gratitudine per aver accettato con entusiasmo di far parte della rete che si sta manifestando lungo il cammino che stiamo percorrendo insieme, accomunati dalla stessa passione, la conoscenza complessa, e dalla stessa visione, la possibilità di generare qualcosa di nuovo.

Vediamo così la nostra speranza sorgere da ciò che costituiva la disperazione del pensiero semplificante: il paradosso, l’antinomia, il circolo vizioso. Intravediamo la possibilità di trasformare i circoli viziosi in cicli virtuosi, che diventano riflessivi e generatori di un pensiero complesso. Da qui l’idea che regolerà la nostra partenza: non bisogna spezzare le nostre circolarità, bisogna al contrario prestare attenzione a non staccarsi da esse. Il cerchio sarà la nostra ruota, la nostra strada sarà a spirale.

(Edgar Morin, Il Metodo 1, La Natura della Natura)


Di seguito una breve presentazione dei Membri del Comitato Scientifico:

ALESSANDRO CRAVERA

CMSS - Alessandro Cravera

Partner di Newton SpA, docente di economia e gestione delle organizzazioni complesse presso ISIA Roma Design e di leadership e strategia aziendale presso la 24Ore Business School. Come consulente si occupa di «Management Innovation» ovvero di ripensare l’organizzazione, la gestione e la strategia d’impresa in coerenza con le dinamiche evolutive dei sistemi complessi e di supportare le imprese nella loro evoluzione.

E’ stato docente della Complexity Management School del Complexity Institute.

E’ autore di numerose pubblicazioni in Italia e all’estero, tra cui «Competere nella Complessità» (ETAS, 2008), «The negentropic role of redundancy in the processes of value creation and extraction and in the development of competitiveness» (E:CO Organization & Complexity, 2012) e «Guida ai classici del management nell’era della complessità» (Il Sole 24 Ore, 2012).

MARINELLA DE SIMONE

CMSS - Marinella De Simone

Presidente e Direttore Scientifico del Complexity Institute. E’ Docente in Master Universitari e presso la Scuola Nazionale dell’Amministrazione in tema di gestione dei conflitti nelle organizzazioni  e di intelligenze relazionali per il management. Esperta in processi di apprendimento, comunicazione e gestione dei conflitti, dagli inizi degli anni Novanta si occupa di gestione dei sistemi complessi e di dinamiche organizzative.

E’ stata docente della Complexity Management School del Complexity Institute.

La sua attività di ricerca, docenza e consulenza è focalizzata sulla analisi e sulla applicazione dei principi fondanti la teoria della complessità e l’etica nei processi di co-learning e di decision making che si sviluppano nelle organizzazioni sociali. Autrice di numerosi articoli e libri, tra cui: (co-autore Dario Simoncini): «Il Mago e il Matto. Sapere personale e conoscenza relazionale nella rete organizzativa» (McGraw-Hill, 2008), «Emerging Organization. L’emergenza dell’identità nell’organizzazione» (Maggioli, 2012); «Sistemi tra regolarità e novità. Immaginare nuovi modelli per il cambiamento organizzativo» (Maggioli 2012); “Capitano, Burocrate, Maestro o Regista? Un approccio complesso a quattro stili di leadership” (Guaraldi, 2014). Collabora dall’ottobre 2018 al Wall Street International Magazine.

ALBERTO FELICE DE TONI

Alberto De Toni

E‘ laureato in Ingegneria Chimica e dottore di ricerca in Scienza dell’Innovazione Industriale. È professore di Gestione dei Sistemi Complessi presso l’Università di Udine, di cui è stato Rettore. È Presidente della Fondazione CRUI – Conferenza dei Rettori delle Università Italiane e Direttore Scientifico di CUOA Business School di Altavilla Vicentina. È stato Preside della Facoltà di Ingegneria e Presidente dell’Associazione Italiana di Ingegneria Gestionale.

E’ stato docente della Complexity Management School del Complexity Institute.

Tra le pubblicazioni più importanti: «Prede o ragni» (Utet, 2005); «Viaggio nella complessità» (Marsilio, 2007); «Il pianeta degli agenti» (Utet, 2009); «Visione evolutiva. Un viaggio tra uomini e organizzazioni, management strategico e complessità» (Etas, 2010); «Auto-organizzazioni. Il mistero dell’emergenza nei sistemi fisici, biologici e sociali» (Marsilio 2011); «Guida al Knowledge Management» (Il Sole 24 Ore, 2012); «Gestione della Produzione» (Isedi, 2013), “Anticipare il futuro” (Egea, 2015); “Il dilemma della complessità” (Marsilio 2015); “Isomorfismo del potere” (Marsilio 2019).

VALERIO ELETTI

CMSS - Valerio Eletti

Fisico, giornalista e docente, Valerio Eletti si occupa da diversi decenni di complessità; nel 2006 ha fondato all’Università Sapienza di Roma il Complexity Education Project, un gruppo di ricerca dedicato allo studio e alla diffusione di metodi e conoscenze su reti e sistemi complessi.

Fa parte del comitato organizzativo del Festival della Complessità e coordina la collana I Quaderni della complessità edita da Guaraldi.

Ha fatto numerose docenze in scuole di alta formazione e pubblicazioni sia divulgative che scientifiche sui temi legati alle reti e ai sistemi complessi; tra queste, il pacchetto delle voci dedicate a reti e complessità nel Dizionario dell’ICT e dei media digitali dell’Enciclopedia Italiana Treccani.

ALBERTO GANDOLFI

Complexity Institute - Alberto Gandolfi

Vive e lavora in Svizzera. Professore presso la University of Applied Science di Lugano (Svizzera), imprenditore e consulente. Ha fondato nel 1996 la società di consulenza AFG Management Consulting, con sede nel Cantone Ticino.

E’ stato docente della Complexity Management School del Complexity Institute.

Ha pubblicato diversi libri, tra i quali: Formicai, Imperi, Cervelli. Introduzione alla scienza della complessità (Bollati Boringhieri, 1999, 2.ed. 2008); La Foresta delle decisioni. Come prendere decisioni migliori nella vita professionale e privata (Casagrande, 2004); Vincere la sfida della complessità. Come evitare le trappole decisionali nei sistemi organizzativi (Franco Angeli, 2008); Decidere nell’incertezza. Come affrontare un mondo sempre più complesso e imprevedibile (Casagrande, 2012).

PIER LUIGI LUISI

Complexity Institute - Pier Luigi Luisi

Laureato in Chimica presso la Scuola Normale di Pisa, ha lavorato inizialmente presso vari laboratori internazionali. Professore ordinario all’ETH (Istituto Federale di Tecnologia) di Zurigo, dove è stato per trent’anni professore di Chimica Macromolecolare e dove fonda l’Istituto per lo Studio dei Polimeri. La sua ricerca è ora centrata sull’uso di liposomi come modelli di cellule e più in generale su problemi riguardanti l’origine della vita. Nel 1985 ha fondato la Settimana Internazionale di Cortona “Science and the Wholeness of Life”, dedicata all’integrazione tra Discipline Scientifiche e Umanistiche.

Si interessa soprattutto di evoluzione prebiotica e meccanismi di formazione delle prime strutture vitali. Collabora con il Mind & Life Institute fondato dal Dalai Lama, Francisco Varela, Adam Engle.

E’ autore di più di 400 pubblicazioni su riviste internazionali e di diverse monografie, tra cui: “Sull’origine della vita e della biodiversità (Mondadori, 2013); The Emergence of Life: From Chemical Origins to Synthetic Biology (Cambridge University Press, 2006); Vita e Natura. Una visione sistemica (con Friotjof Capra), (Aboca, 2014).

EDGAR MORIN

Edgar Morin

Edgar Morin è un filosofo e sociologo francese. È noto per l’approccio transdisciplinare con il quale ha trattato un’ampia gamma di argomenti, fra cui l’epistemologia. Morin ha dedicato gran parte della sua opera ai problemi di una “riforma del pensiero”, affrontando le questioni alla base delle sue riflessioni sull’umanità e sul mondo: la necessità di una nuova conoscenza che superi la separazione dei saperi presente nella nostra epoca e che sia capace di educare gli educatori ad un pensiero della complessità.

Morin sostiene che “la cultura, ormai, non solo è frammentata in parti staccate, ma anche spezzata in due blocchi”: da una parte la cultura umanistica “che affronta la riflessione sui fondamentali problemi umani, stimola la riflessione sul sapere e favorisce l’integrazione personale delle conoscenze”, dall’altra, la cultura scientifica che “separa i campi della conoscenza, suscita straordinarie scoperte, geniali teorie, ma non una riflessione sul destino umano e sul divenire della scienza stessa” (da Wikipedia)

Autore di numerosi libri, tra cui: La testa ben fatta. Riforma dell’insegnamento e riforma del pensiero (Raffaello Cortina, 2000); I sette saperi necessari all’educazione del futuro (Raffaello Cortina, 2001); Cultura e barbarie europee (Raffaello Cortina, 2006); La via. Per l’avvenire dell’umanità (Raffaello Cortina, 2012).

Vanno inoltre ricordati i sei volumi del “Metodo“: La natura della natura, (Raffaello Cortina, 2001); La vita della vita (Raffaello Cortina, 2004);  La conoscenza della conoscenza (Raffaello Cortina, 2007); Le idee: habitat, vita, organizzazione, usi e costumi (Raffaello Cortina, 2008);  L’identità umana (Raffaello Cortina, 2005); Etica (Raffaello Cortina, 2005).

DARIO SIMONCINI

Complexity Institute - Dario Simoncini

Professore di Organizzazione Aziendale e di Complexity Management all’Università di Pescara, è fondatore e Vice-Presidente del Complexity Institute.

E’ esperto di Complexity Management e di Comunicazione Generativa. E’ autore di numerose pubblicazioni sui temi della complessità, del management e dell’etica. Autore di numerosi articoli e monografie. Tra le più recenti (co-autrice Marinella De Simone): «Il Mago e il Matto. Sapere personale e conoscenza relazionale nella rete organizzativa» (McGraw-Hill, 2008), «Emerging Organization. L’emergenza dell’identità nell’organizzazione» (Maggioli, 2012) e «Sistemi tra regolarità e novità» (Maggioli, 2012 ); “Capitano, Burocrate, Maestro o Regista? Un approccio complesso a quattro stili di leadership” (Guaraldi, 2014).

GIUSEPPE ZOLLO

Zollo - CM Literacy

Professore di Ingegneria Gestionale presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, già Direttore del Centro di Ateneo per la Comunicazione e l’Innovazione Organizzativa (COINOR) e coordinatore del dottorato internazionale in “Science and Technology Management”, dedica la propria attività di ricerca agli aspetti cognitivi e organizzativi relativi alla comprensione e gestione dei sistemi complessi.

E’ stato docente della Complexity Management School del Complexity Institute.

E’ autore di centinaia di pubblicazioni scientifiche ed ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti internazionali.


per informazioni:
complex.institute@gmail.com

Cell. +39-327-3523432

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: